Casa > Notizia > Notizie del settore

L'industria cinese della logistica della catena del freddo deve affrontare tre grandi sfide

2023-03-24

La logistica della catena del freddo in Cina è iniziata negli anni '60, concentrandosi principalmente su carne, pollame e prodotti acquatici. A quel tempo, al fine di garantire l'approvvigionamento del mercato e regolare la bassa stagione e l'alta stagione, furono costruite celle frigorifere su larga scala nelle principali aree di produzione nazionale e nelle grandi città, collegate da veicoli refrigerati ferroviari e navi refrigerate fluviali.

Con la riforma, l'apertura e lo sviluppo economico, a metà degli anni '90, le catene di supermercati sono apparse nelle principali città come Shanghai, Pechino e Guangzhou. Per vendere vari alimenti congelati e refrigerati richiesti dal mercato, i supermercati hanno ampiamente utilizzato vari tipi di frigoriferi avanzati; La fornitura e il miglioramento della catena del freddo dei terminali di vendita al dettaglio ha accelerato lo sviluppo, la produzione e la costruzione di attrezzature e tecnologie in tutti gli aspetti della catena del freddo. In questo momento, la catena del freddo alimentare veramente moderna iniziò ad emergere e svilupparsi in Cina.

Lo sviluppo deve affrontare cinque grandi sfide

Al giorno d'oggi, l'industria cinese della catena del freddo sta facendo passi da gigante con il supporto delle politiche. Tuttavia, a causa del suo inizio tardivo, molti problemi del settore non sono stati ancora completamente risolti e c'è ancora un grande divario tra la Cina e i paesi sviluppati del mondo. Con la rapida espansione del mercato e delle imprese, i cinque principali problemi che limitano lo sviluppo del settore devono sempre essere risolti.

1. Il sistema della catena del freddo non è ancora stato completato

Attualmente, circa l'85% della carne, il 77% dei prodotti acquatici e il 95% di frutta e verdura in Cina vengono sostanzialmente trasportati e venduti a temperatura ambiente. Ogni anno, solo circa 12 milioni di tonnellate di frutta e 130 milioni di tonnellate di ortaggi si deteriorano, causando gravi perdite economiche. Nei paesi sviluppati, il Canada ha formato un sistema logistico completo della catena del freddo per i prodotti agricoli, con perdite logistiche per gli ortaggi solo del 5%. Attualmente, l'istituzione del sistema della catena del freddo in Cina richiede un forte sostegno del governo.

2. Le strutture per la catena del freddo sono relativamente arretrate

Negli ultimi anni, l'infrastruttura della catena del freddo in Cina è cresciuta rapidamente. Tuttavia, rispetto all'enorme base di popolazione della Cina, la quota pro capite di risorse come celle frigorifere e veicoli refrigerati è ancora bassa. Alcune delle infrastrutture sono obsolete e distribuite in modo non uniforme e richiedono aggiornamenti e trasformazioni urgenti. Il trasporto refrigerato è un anello importante nella logistica della catena del freddo. La logistica della catena del freddo in Cina si concentra principalmente nel trasporto ferroviario e autostradale. Nel 2011, c'erano 645000 vagoni merci ferroviari e 6152 camion refrigerati a livello nazionale, pari a meno dell'1% del numero totale di vagoni merci ferroviari. Il numero di veicoli refrigerati stradali è di circa 50000, pari solo allo 0,3% dei veicoli merci. Dal punto di vista del trasporto, limitato da fattori come le risorse ferroviarie della Cina, è difficile coordinare il trasporto refrigerato ferroviario e il trasporto refrigerato autostradale, compromettendo seriamente l'efficienza del trasporto refrigerato.

3. Lo sviluppo della logistica di terze parti della catena del freddo è in ritardo

Allo stato attuale, la situazione di base dello sviluppo della logistica della catena del freddo di terze parti in Cina è la coesistenza e il progresso delle imprese logistiche di terze parti con le imprese di produzione alimentare come società di logistica di terze parti madri e indipendenti. La logistica professionale della catena del freddo di terze parti rappresenta circa il 20%, principalmente piccole e medie imprese, prive di competitività del settore. Inoltre, la logistica della maggior parte degli alimenti deperibili è gestita dagli stessi produttori, trasformatori e rivenditori, ostacolando notevolmente l'efficacia in termini di costi del mercato della catena del freddo e lo sviluppo di imprese di logistica della catena del freddo di terze parti.